Poetica dello spazio pubblico

assonometria-progetto-copertura-mercato

 

 

Mercato coperto, Pinerolo, 2019

 

schema-progetto

 

Il progetto vuole essere occasione per ridiscutere questo spazio come spazio urbano e pubblico. Inserirsi nel palinsesto della città e creare un forte segno di continuità spaziale e temporale. L’occasione è la riqualificazione di un’area ai margini del contesto e dell’ambito sociale. Il proposito quello di creare un ambiente favorevole allo sviluppo di relazioni e connessioni. Le modalità sono la costruzione di un segno importante, derivato dalla lettura del contesto, che caratterizzi questo luogo e, di contropiede, rilanci alla riqualificazione (anche sociale) di tutto l’intorno. Poetica dunque come espressione estetico concettuale di uno spazio pubblico, nella sua essenza e nella sua forma, ma anche poetica come norma implicita della generazione , della costituzione di questo spazio.

 

masterplan-piazza-mercato

 

L’elemento in oggetto si inserisce in un più ampio sistema di piazze e spazi verdi, ma non ne è formalmente connesso. Con lo sviluppo della città è andata sempre di più delineandosi una forte cesura tra la struttura distributiva principale e piazza Roma. Sempre tangente e mai compenetrante sembra solamente un’appendice al tessuto urbano e sociale di Pinerolo. Il progetto riprende gli elementi costitutivi della struttura urbana e li fa diventare segni costitutivi della piazza. L’inserimento di un nuovo elemento, la copertura, diventa chiave di rilettura di questi segni, modificando lo spazio e la relazione tra le preesistenze.

 

masterplan-piazza-mercato

 

Il progetto si compone in tre principali momenti, la connessione, il delineamento e l’estensione, attraverso altrettanti archetipi. La connessione avviene attraverso il portale. Un lungo portale traslato da corso Torino a Via Cravero diventa passaggio e unione, ma soprattutto sovvertitore dell’ordine distributivo della piazza in relazione al contesto. Il delineamento della piazza è effettuato dalla copertura. Copertura come spazio dell’abitare. Quindi non solo per il mercato ma per attivare la socialità e le connessioni. L’estensione della piazza si formalizza attraverso il piano. Una grande piastra che ingloba gli edifici-limite della piazza e si connette agli altri spazi pubblici. Il risultato è un forte segno, derivato dalla lettura del contesto, che riscrive quest’ultimo e caratterizza questo spazio come urbano e pubblico, come luogo. Forte dal punto di vista visivo: il portale è visibile dalle vie principali. Forte formalmente: è costruita dai segni costitutivi del tessuto urbano.

 

sezione-tecnica-copertura-mercato

 

 

temi> palinsesto, relazioni, poetica, innesto, archetipo